4 Passeggiata a Rio… – Brasile

Il Brasile è famoso per la vivacità e la musicalità della sua popolazione. Numerosi sono i generi musicali nati nel paese dalle tradizioni popolari o dall’influenza dalle differenti culture provenienti da tutto il mondo, definiti genericamente Musica Popolar Brasileira.

I generi musicali più famosi sono la Samba (evoluzione del Batuque e del candomblé) e la Bossa Nova.

La Samba, colonna sonora di tutte le sfilate di Carnevale, è originaria dello stato di Bahia ed è un mix di tradizioni africane che prendono vita anche dalle espressioni religiose del candomblé, al punto che ancora oggi in molti testi di samba si trovano riferimenti alle sue divinità. Il successo e il riconoscimento arrivano agli inizi del ventesimo secolo quando la samba si diffonde nella zona di Rio de Janeiro e sorgono le prime scuole che iniziano a praticarla come musica e come danza.

La Bossa nova (in portoghese “voce nuova”, ma nel gergo urbano brasiliano, alla lettera, “nuovo pallino” ossia particolare fissazione) è un genere musicale, che trae origine dalla samba; la sua nascita viene fatta generalmente risalire al 1958 e raccoglie in sé espressioni statunitensi e tradizioni europee, soprattutto francesi. Si tratta quindi di una miscela di nuove atmosfere che mantengono però forti legami con le vecchie sonorità della samba ed è composta con un ritmo allo stesso tempo lento, sensuale e incalzante.

I veri protagonisti di tutta la musica popolare brasiliana sono i sentimenti e gli stati d’animo quasi viscerali che caratterizzano il carattere del popolo: sono tristeza (tristezza), felicidade (felicità), saudade (nostalgia) e choro (pianto). Nella musica brasiliana più autentica compaiono difficilmente la rabbia (tipica del blues), la voglia di ribellione (tipica del rock) o l’amore romantico (tipico della canzone europea e statunitense). Si contano più spesso i sentimenti e lo struggimento per la terra, la natura, la storia: spesso con grande poesia, a volte con l’uso di luoghi comuni, di solito con un po’ di ironia e con molto divertimento.

Lascia un commento